LC&G 2015: anteprima di Zheros

Al Lucca Comics & Games di quest’ anno è stato riservato spazio anche a diverse produzioni indipendenti italiane, tra cui troviamo Zheros, titolo che ho avuto la fortuna di provare. Primo lavoro del giovane team Rimlight Studios, fondato a Catania nel 2014, Zheros si presenta come un beat’em up 3D con ambientazone sci-fi.

In un universo hi-tech parallelo, la squadra di difesa intergalattica ZHEROS lotta per allontanare la minaccia del Dr. Vendetta; il tuo compito è quello di aiutare Captain Dorian e Mike a sconfiggere l’ armata di mutanti e strane creature progettate dal Dr. Vendetta. È arrivato il momento di picchiare sodo!

Come appena scritto, nel gioco avremo la possibilità di controllare uno tra i due personaggi disponibili Captain Dorian o Mike e farci strada annientando qualsiasi cosa ci si pari davanti. La gratificazione che deriva dal prendere a legnate orde di robot è tipica dei titoli di questo genere che però vede il pericolo di riscontrare meccaniche ripetitive che possono alla lunga stancare.

Per il livello che sono riuscito a completare questa insidia mi sembra sia stata ben evitata con un asset di mosse vario (che va dall’ utilizzo di combo corpo a corpo o dall’ utilizzo di armi da fuoco) oltre alla possibilità di controllare dei mecha dotati di missili telecomandati. Potremo inoltre decidere se affrontare il gioco con una campagna in singolo oppure, come nel caso della prova, di affrontarla in due giocatori con una campagna in multiplayer locale.

Il gioco scorre bene e non ho percepito cali di frame rate anche con molti elementi a schermo, fatto indubbiamente positivo per un titolo che fà della frenesia e della possibilità di annientare diversi bersagli contemporaneamente un punto di forza.

Il titolo è ancora in fase di sviluppo e sarà disponibile per Xbox One, PS4 e PC

 

 

Classe 93', appassionato di scrittura, sono videogiocatore dalla tenera età di 5 anni, da quando cominciai le mie prime sessioni di gioco con un Sega Mega Drive. Da lì in poi un amore senza fine che dura fino ad oggi. Credo fermamente che i videogiochi siano ormai componente fondamentale della nostra cultura.

Facebook Comments

Free WordPress Themes, Free Android Games