Recensione MOTOGP 14

Da anni Milestone, la più grande realtà italiana dello sviluppo di videogiochi, è considerata come la software house d’eccellenza per lo sviluppo di titoli che rispecchiano il genere dei simulatori di guida. La serie che ha avuto maggior successo è sicuramente quella dedicata al campionato mondiale della MOTOGP, ed è proprio dal nome dell’evento maggiore in quanto gran premi di corsa su Moto che la nuova creazione Milestone prende il titolo, giungendo a MOTOGP 14 dopo più di 8 anni di produzione di questa serie ricca di ben noti successi. MOTOGP 14 è disponibile dal 20 giugno per PC, Xbox 360, Playstation 3, Playstation 4 e, a partire dal prossimo 8 luiglio, anche su PS Vita.

Ovviamente MOTOGP 14 non dispone di una trama. Alla prima apertura del titolo ci verrà richiesto di creare il nostro personaggio, modificando il nome, il cognome, l’abbreviazione, e scegliendo uno dei numerosi modelli facciali ma sopratutto il numero. Potremo scegliere il nostro numero, modificarne il colore e scegliere uno tra i tanti caratteri di scrittura presenti: una vastità di modelli che rispecchiano lo stile dei numeri dei più famosi piloti della MOTOGP. Così come in tanti altri titoli di simulazione, non solo di guida, anche nel nuovo titolo targato Milestone è disponibile una modalità carriera. Potremo scegliere tra tutti i team disponibili a fornirci un ingaggio ma soprattutto potremo migliorare a nostro piacimento la nostra moto grazie alla presenza dell’ingegnere. Prima di ogni gara infatti potremo rivolgergi all’ingegnere del team ed esporre i nostri problemi, quali ingresso in curva, uscita in curva, slittamento della ruota posteriore in curva et similia. Subito il nostro fidato ingegnere ci mostrerà le aree in cui intende agire per migliorare la nostra moto e in gara la maggior parte dei problemi prima riscontrati resteranno solo un ricordo. All’interno della modalità carriera inoltre abbiamo disponibile un nostro ufficio, nel quale accedendo al nostro personale PC potremo notare le nostre statistiche delle ultime gare, le statistiche dei propri compagni del team, gli ultimi messaggi e altri team disponibili a fornirci un ingaggio; oppure potremo tranquillamente rilassarci sulla poltrona godendoci un pò di TV. Di maggior importanza è però sicuramente il nostro calendario, il quale ci ricorderà i prossimi impegni e le prossime gare e che ci permetterà di accedervi semplicemente selezionando l’evento.

MOTOGP 14: scopriamo le città più belle del mondo

Ciò che rende MOTOGP 14 un titolo speciale, godibile e assolutamente realistico è sicuramente il pre-gara. Prima di ogni gara assisteremo infatti ad alcune scene reali delle città in cui disputeremo la nostra gara. Ad esempio: la prossima gara è al Mugello, a nord est di Firenze? Bene, MOTOGP 14 vi farà un breve riassunto della città toscana, facendovi assistere a tutti quei luoghi caratterizzanti della città. In questo caso scene del centro, della Cupola, Ponte Vecchio e così via. Davvero una funzione implementata alla perfezione e veramente godibile, oltre che utile per conoscere tantissimi luoghi, anche situati in zone molto distanti dall’Italia.

MOTOGP 14 PC Review

MOTOGP 14 non è però un titolo esente da difetti. Particolare rilevante e decisamente fastidioso è sicuramente la questione dei caricamenti, spesso molto lenti, a volte anche troppo, e presenti davvero in ingenti quantità. Per spezzare però i momenti di monotonia di questi caricamenti, Milestone ha ben pensato di introdurre, tra un caricamento e l’altro, alcune informazioni di un determinato pilota, alcune sue citazioni o semplicemente le statistiche del percorso sul quale fronteggeremo la nostra prossima gara. Il titolo targato Milestone è inoltre godibile anche a livello di gameplay. Guidare un bolide come una moto del genere non è di certo semplice, ed è anche per questo che all’inizio del titolo è disponibile un lungo tutorial per imparare, nel caso in cui il videogiocatore si avvicinasse per la prima volta ad un titolo della serie MOTOGP. Le gare risultano essere davvero dure, soprattutto se si svolgono su percorsi caratterizzati da un cospiscuo numero di curve. Già, perchè le curve porteranno al videogiocatore (soprattutto su PC utilizzando le freccette) non pochi problemi. Bisognerà calibrare al meglio la velocità e ovviamente allargarsi il più possibile per affrontare una curva stretta. Quello delle curve è un sistema ben realizzato da Milestone, che si avvicina di molto a quelli che sono i canoni della realtà. Ovviamente affrontando ad alta velocità una curva, oltre che perdere tempo provocando un’uscita nettamente più larga e spesso su fuori strada, la ruota posteriore potrebbe slittare e farvi cadere in un incidente. Subire un incidente o una caduta significa inevitabilmente aver segnato in negativo gran parte della gara. Ed è per questo che Milestone in MOTOGP14 ha ben pensato di introdurre una funzione davvero interessante, che permette al semplice tocco di un pulsante (su PC, versione da noi testata, la lettera D) di rimandare indietro tutta l’azione di un tot preciso di secondi. Potremo fermarci sull’istante prima dell’incidente ed evitare che quest’ultimo accada. Una funzione decisamente utile, ma che il più delle volte potrebbe essere utilizzata nel modo sbagliato. Proprio perchè questa funzione non si può utilizzare solo dopo un incidente o una caduta, bensì durante tutta la gara. Che significa? Che il videogiocatore, infastidito da un sorpasso da parte di un altro pilota, potrebbe decidere di tornare indietro ed evitare che questo sorpasso avvenga. Un modo decisamente scorretto e che potrebbe diminuire a grandi linee quello che è il divertimento nel raggiungere l’avversario, nel recuperare secondi in curva ed effettuare un sorpasso all’ultimo respiro prima del traguardo. La nostra esperienza di guida è però facilitata dalla presenza, sul circuito di gara, di indicatori che ci indicheranno appunto come spostarci su un rettilineo per affrontare successivamente una curva. Questi indicatori sono veramente utili principalmente per le curve. Nel caso in cui stessimo per affrontare una curva ad alta velocità, questi indicatori si coloreranno tanto più di rosso quanto maggiore è la velocità con cui stiamo affrontando una curva, avvertendoci di rallentare per non finire fuori strada. Su rettilineo è invece comodo il sistema di slittamento che ci permetterà di calibrare al meglio la velocità del nostro bolide.

MOTOGP 14 è un titolo godibile anche lato grafico. Nonostante la presenza a volte di piccoli difetti grafici, come dettagli in continuo movimento rilevabili osservando in lontananza, MOTOGP 14 offre su PC un’esperienza grafica di alto livello. Oltre alla presenza di reali scene di città e di piloti con le rispettive moto, ciò che stupisce è la minuziosità con cui sono stati realizzati i percorsi, oltre che le moto e i piloti. I circuiti sono infatti ricreati fedelmente, aggiungendo addirittura lo sponsor nei cartelloni pubblicitari, per non parlare delle moto. Modelli pazzeschi e realizzati alla perfezione, nei minimi dettagli: dal numero, ai cerchioni, allo sponsor, al nome del team. Non vi preoccupate minimamente riguardo al fattore della realisticità del titolo, perchè MOTOGP 14 ne ha da vendere, e si nota subito sin dalla prima gara. Tutti i modelli principali sono bel realizzati. Stessa cosa non si può però dire parlando dei contorni di alcuni elementi secondari nel circuito e a volte anche degli stessi ingegneri del team. Contorni spesso molto sgranati e modelli facciali quasi sempre uguali. Dettagli che però non sono prevalenti, proprio perchè a 300Km/h sarà ben altro a cogliere la nostra attenzione durante la gara. Ottimi sono invece gli effetti di luce e il sistema di integrazione con le condizioni meteo. Ad inizio di ogni gara infatti, ci verranno esposte le condizioni meteo. L’ideale per gareggiare è ovviamente una temperatura mite-calda, con un asfalto asciutto. Non sempre è così però, e per questo soprattutto con asfalto non completamente asciutto dovremo far attenzione a calibrare la nostra velocità, soprattutto in curva, dove il rischio di slittamento della ruota posteriore è davvero elevato.

Recensione-PC-MOTOGP

Siamo seduti sulla nostra poltrona a giocare, o sulla sella di una moto a sfrecciare?

MOTOGP 14 ci permette inoltre di giocare con diverse visuali. Quella più spettacolare è, a parere del sottoscritto, quella reale del pilota, la visuale da dentro al casco. Un qualcosa di assurdo, da mettersi le mani tra i capelli e dire: no, ma stiamo giocando a MOTOGP 14 o siamo davvero a Brno, a sfrecciare a velocità imporessionante su un bolide tanto fantastico? Tutto questo grazie soprattutto al comparto sonoro del titolo. Un rombo dei motori assolutamente preciso, perfettamente sincrono con l’accelerazione e la decelerazione. La notizia della presenza a commentare della voce di Guido Meda era stata presa con grande entusiasmo da parte dei fans. Purtroppo non è stato così, proprio perchè il commento di Guido Meda è stato sostituito con quello di Mauro Sanchini, il quale si limiterà comunque ad annunciare le previsioni meteo prima della gara e fornirci diverse informazioni, senza intervenire durante la gara. Meglio, un motivo in più per gustarci appieno il rombo di questi fantastici bolidi. In MOTOGP 14 non si può parlare di una vera e propria longevità, un pò come tutti i titoli di simulazione. Potremo affrontare la modalità carriera, un gran premio, un campionato o anche una semplice gara, oppure affrontare grazie alla modalità multiplayer sia online che in singolo altri giocatori. Uno dei difetti da evidenziare su PC è sicuramente un grosso problema di cui risente il titolo all’uscita dal gioco. Proprio perchè capiterà spesso che il titolo si bloccherà qualora volessimo uscire dal titolo, facendo anche bloccare l’intero PC. Un problema che speriamo verrà risolto al più presto da Milestone.

Co-Fondatore di Respawn.it. Contatto mail privato: marco-lapomarda@respawn.it

Facebook Comments

Free WordPress Themes, Free Android Games